giovedì 21 febbraio 2008

84 CHARLIE MOPIC di Patrick Sheane Duncan

Un cameraman segue in una missione un battaglione di sette soldati Usa nella giungla del Vietnam, il loro compito è una pericolosa ricognizione nei pressi di una base nemica.


84 Charlie Mopic è un film di guerra atipico, che gioca a proporre un punto di vista diverso da quello usuale per la guerra più (in)visibile di cui si ha memoria mediatica. La soggettiva diventa protagonista, in modo da creare una forte immedesimazione del pubblico con i soldati e il cameraman stesso.

Prodotto indipendente a basso costo con attori sconosciuti, girato in stile documentaristico, il film di Patrick Sheane Duncan si rivela piuttosto ingenuo, ma molto in anticipo sui tempi. Nel 1989 ha infatti anticipato i film impostati sul meccanismo narrativo del found footage come i recenti Cloverfield, [Rec] e il prossimo Diary of the Dead.

Con Jonathan Emerson, Nicholas Cascone, Jason Tomlins
Durata 95 minuti
Produzione USA
Anno 1989

2 commenti:

mad283 ha detto...

Uhm... E' vero, forse rivisto oggi è un po' ingenuo, ma va anche considerato che Duncan è uno sceneggiatore al primo film da regista. Il fatto che sia venuto vent'anni prima di film che oggi sono celebrati come innovativi dà da pensare, e tra l'altro, secondo me il finale è veramente ben realizzato.

Davidosky P ha detto...

Bel film, a tratti sembra reale e descrive il lato oscuro della guerra in vietnam con fare innovativo e crudo!